Home

Divenuta editrice di se stessa, Virginia Woolf potrà scrivere nel suo diario di essere “la sola donna in Inghilterra libera di scrivere ciò che vuole” (22 settembre 1925), ed in parte ciò corrispondeva a realtà.
La casa editrice, ormai consolidata, offriva l’occasione a lei ed agli amici di far circolare le proprie opere nel mercato librario, e di fatto, tutte le opere di Virginia successive al 1917 (con l’esclusione quindi di The Voyage Out del 1915 e di Night and Day, uscito nel 1919 per la Duckworth) furono editi dalla Hogarth.

Le copertine delle opere di Virginia furono disegnate dalla sorella Vanessa, con qualche eccezione: nel caso delle biografie (vera, quella di Fry, fittizie ovviamente OrlandoFlush) la copertina ha un concept simile: bianca e con riquadri geometrici, e con due ritratti nel caso di Orlando Roger Fry.

Romanzi:

 

Saggistica, racconti brevi, raccolte:

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...